Type to search

Ponte Vittorio Emanuele: per osservarlo senza distrazioni

Ponti

Ponte Vittorio Emanuele: per osservarlo senza distrazioni

Share

Passeggiando lungo il Tevere ci si imbatte in molti ponti. I ponti del Tevere però soffrono un po’ per la distrazione con cui li si percorre.

Questo perchè la bellezza della città e dei monumenti che sorgono vicino alle rive del Tevere spesso spingono lo sguardo oltre.
E’ il caso ad esempio del Ponte Vittorio Emanuele, che collega Piazza Paoli al Lungotevere Vaticano.

Nel cuore di Roma, il Ponte Vittorio Emanuele rischia così di essere utilizzato più come punto di osservazione per quello che lo circonda, ma in realtà anche lui ha una storia interessante da raccontare.

Ponte Vittorio Emanuele è un ponte che celebra l’Unità d’Italia e la figura del Re. Venne progettato da Ennio de Rossi nel 1886 che concepì questo ponte costituito da tre arcate in pietra con una lunghezza complessiva di 110 metri. I lavori cominciarono nel 1908 e il ponte fu completato ed inaugurato nel 1911 in occasione dell’Esposizione universale oltre che del cinquantenario dell’Unità d’Italia.

In corrispondenza degli accessi al ponte sono state collocate quattro grandi piedistalli che reggono quattro sculture in bronzo rappresentanti le Vittorie alate realizzate dagli scultori Elmo Palazzi, Luigi Casadio, Amleto Cataldi e Francesco Pifferetti a cui furono assegnate tramite un concorso pubblico del 1909.

Inoltre i pilastri centrali sono ornati da quattro gruppi scultorei in pietre che rappresentano l’Unità d’Italia, la Libertà, l’Oppressione vinta, e la Fedeltà allo statuto. Questi però non erano presenti alla prima inaugurazione del ponte, c’erano stati infatti dei ritardi per la loro realizzazione in travertino a partire dai modelli in gesso. Al ponte fu quindi concessa una seconda inaugurazione al suo completamento nel 1912.

Un ponte quindi fortemente rappresentativo per lo Stato italiano, da guardare quindi con più attenzione prima di dedicarsi alla spettacolare vista sul Gianicolo che offre.

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

error: Content is protected !!