Type to search

Il 900: l’architettura moderna a Roma

Senza categoria

Il 900: l’architettura moderna a Roma

Share

Quando uno pensa ad una visita a Roma, la mente corre al Colosseo ed al Cupolone michelangiolesco. VIene del tutto sottovalutata la presenza in città dell’architettura moderna.

Questa in realtà è presentissima e diffusa proprio a seguito dello sviluppo avuto nel 900 ed in particolare l’architettura della prima metà del XX secolo ha avuto per Roma un significato particolare. I lavori realizzati sulla città in questo periodo avevano infatti il compito di rendere Roma capitale del nuovo Impero fascista.
Negli anni tra il 1920 e il 1940 la città fu soggetta a grandi lavori di modernizzazione, di riassetto urbanistico e molti furono i nuovi edifici pubblici realizzati secondo i canoni della moderna architettura razionalista.
L’architettura moderna a Roma quindi è abbondante ed estremamente interessante, oltre che estesa a vari ambiti di interesse.

L’assetto novecentesco di Roma, legato alle esigenze del nuovo regime va dall’intervento urbanistico, agli edifici pubblici, agli spazi per lo sport e il tempo libero.

Oggi noi tutti quando andiamo a Roma passeggiamo su via dei Fori imperiali lasciando correre lo sguardo sul Colosseo. Ecco un regalo del progetto urbanistico fascista. Questa via fu infatti aperta per permettere le grandi parate militari collegando Piazza Venezia con il Colosseo.

Ma i capolavori dell’architettura moderna non si esauriscono qui. Basti pensare all’EUR intero complesso progettato negli anni 30 per ospitare l’esposizione universale del 1942, che però non si svolse a causa della guerra in corso. La zona doveva rappresentare una celebrazione del regime fascista ai vent’anni dalla marcia su Roma e dalla presa del potere da parte di Benito Mussolini.
Tra tutti svetta il Palazzo della Civiltà inaugurato nel 1940.

Ma Roma offre mille altri esempi di architettura moderna a partire dal Foro Italico, molto caro al cuore degli appassionati di Tennis, che contiene al suo interno un capolavoro assoluto come la Casa delle Armi di Luigi Moretti. Architetture che celebrano l’attività fisica, componente importante nella politica fascista.

Ma anche gli anni successivi regalano alla capitale grandi esempi di architettura moderna arrivando anche fino ai giorni nostri con architetture di archistar di fama internazionale come la Chiesa di Dio Misericordioso di Richard Meier e il Museo Maxxi di Zaha Hadid.

Insomma anche in questo caso tanti, tanti edifici e luoghi da scoprire.

 

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

error: Content is protected !!