Type to search

Il Ponte della Musica: un concentrato di tecnologia per la Roma moderna

Ponti Roma

Il Ponte della Musica: un concentrato di tecnologia per la Roma moderna

Share

Il Ponte della Musica è l’ultimo nato all’interno dei numerosi ponti del Tevere. Si tratta infatti di un ponte del Nuovo Millennio e lo denuncia in maniera chiara e affascinante.

Il ponte di pone in posizione strategica per il collegamento di molti punti di interesse per la Roma di oggi, collega infatti la zona occupata dal Foro Italico con altri elementi attrattori come l’Auditorium Parco della Musica (e da qui il suo nome) ma anche il Museo MAXXI, si trova quindi proprio a ridosso di quell’itinerario dell’architettura Moderna che vi abbiamo consigliato.

Il Ponte della Musica pur essendo stato realizzato di recente, trova però una progettazione dal punto di vista urbanistico più antica. Un ponte in questa posizione infatti era già previsto nei piani di espansione del 1929, ma bisognerà aspettare circa 70 anni affinché questa linea sulla carta si tramutasse in una architettura infrastrutturale.

Sarà infatti il 2000 e il nuovo Millennio a vedere il concordo di idee per questa realizzazione vinto dallo vinto dallo studio londinese Buro Happold e dall’ingegner Davood Liaghat, assieme a Kit Powell-Williams Architects.

Il ponte della Musica è un ponte carrabile (anche se non era previsto nel progetto originale) con percorsi pedonali separati caratterizzato dalla struttura portante costituita da due archi ribassati e sporgenti verso l’esterno realizzati in acciaio. Si tratta di una struttura di grandi dimensioni risultando lunga complessivamente 190 m e larga 22 metri nella parte centrale.

L’effetto finale però è di una struttura di grande leggerezza che per alcuni versi ricorda esempi analoghi di infrastrutture realizzate da Calatrava.

La parte centrale è asfaltata e ospita il traffico veicolare mentre ai lati sono state realizzate delle passerelle pedonali in legno che si affacciano direttamente sul Tevere. Insomma si tratta di un capolavoro dell’ingegneria contemporanea, inaugurato nel 2011 e che permette una passeggiata sicuramente suggestiva con una vista privilegiata sul fiume tanto caro alla storia della città…

 

Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

error: Content is protected !!